08/01/2015

LESS IS MORE - Come risparmiare sul riscaldamento

Come ottenere il comfort con la serenità di una bolletta modesta? Bastano pochi accorgimenti per riscaldare riducendo i consumi.

La propria abitazione non è confortevole,se non c’è un clima gradevole,e molto dipende dal riscaldamento.
Come ottenere il comfort nella serenità di una bolletta modesta? Bastano pochi accorgimenti per ridurre i consumi e poter riscaldare gratuitamente la propria casa ogni sei anni.

 

Fai la manutenzione agli impianti

Controlla ogni anno l’impianto di riscaldamento prima della sua accensione, preferibilmente nel periodo estivo, così da rendere possibili eventuali interventi di manutenzione. Ogni due anni fai l’analisi dei fumi, così come prevede la legge e, quando possibile, effettua una pulizia approfondita utilizzando dei sistemi che evitino la formazione del calcare per mantenere sempre efficienti gli scarichi e le tubature. Una caldaia ben monitorata può essere efficiente per 10 anni e garantirti un risparmio fino al 30% sulle spese di riscaldamento.

Sfiata i termosifoni

Per mantenere i termosifoni alla massima efficienza, sfiata l’aria che si è depositata nelle tubature ed evita un inutile aumento di consumo della caldaia. I vecchi impianti potrebbero non avere una valvola di sfiato, pertanto ti consigliamo di contattare un installatore per farla applicare.

Non areare troppo le stanze  

Per un ambiente salubre, è essenziale il riciclo dell’aria, ma tenere aperta una finestra quando la caldaia è accesa provocherà solo che un inutile consumo di energia. Sono sufficienti 10 minuti per far circolare l’aria di una stanza e scegliendo la mattina presto, a caldaia spenta o in accensione, si può mantenere l’aria pulita per tutto il giorno senza sprechi inutili.

Abbassa le tapparelle ed installa i doppi vetri

Per mantenere calda la casa, abbassa le tapparelle nelle ore notturne. Le finestre possono creare una grande dispersione di calore soprattutto se non sono installati doppi vetri nei serramenti.

Regola la temperatura a 19°-20°c

Mantieni la temperatura interna della casa tra i 19°c e i 20°c per limitare i consumi. Questo limite, oltre che essere imposto dalla legge, risulta essere la temperatura ideale per non subire sbalzi termici eccessivi e per evitare le influenze stagionali. Considera che ogni grado di temperatura interna superiore ai 19°/20°c, aumenta i consumi del 7%.

Evita di coprire i termosifoni

Porre termosifoni sotto le finestre, aiuta a riscaldare più facilmente le pareti più fredde della casa, ma comporta un impegno di energia maggiore. Per aumentarne l’efficienza, in questi casi è consigliabile porre una tavola di materiale isolante tra la parete ed il termosifone. Altresì, è sicuramente molto importante lasciare la libera circolazione dell’aria calda emessa dal fronte dei termosifoni. Evitate quindi di isolare i termosifoni con tende, rivestimenti od altro materiale. Liberare i termosifoni può farti risparmiare fino ad un 15% sul consumo di energia.

Evita le stufette elettriche

Considerate che le stufette elettriche, soprattutto quelle a resistenza, sono apparecchi anti-economici e anti-ecologici. L’energia richiesta da una stufetta elettrica, è normalmente il doppio di quella consumata da un normale impianto di riscaldamento a combustione. Se fate molto uso di questo sistema, è bene sostituirlo con un impianto a termosifoni. Se nella stanza sono già presenti, ma non garantiscono un riscaldamento adeguato, potete aumentare il numero di elementi che lo compongono. Se invece, non è possibile installare termosifoni, potete tranquillamente pensare ad un riscaldamento a stufa convettiva. Questo apparecchio non necessita di importanti interventi di installazione ed è elettricamente autonoma come un termosifone.

Spegni la caldaia di notte

Durante le ore notturne spegnete la caldaia, o regolate il termostato per farla riattivare 2 ore prima del risveglio. Se abitate in ambienti particolarmente freddi, è consigliabile regolare la temperatura notturna dell’abitazione a 16°c.

Impianto di riscaldamento centralizzato

Se vivete in condominio ed avete un sistema di riscaldamento centralizzato, chiedete al vostro amministratore un sistema di contabilizzazione del calore. Tali apparecchiature vengono installate sui singoli termosifoni e quantificano il calore effettivamente consumato da essi. In questo modo il condominio pagherà, oltre alla quota fissa stabilita, solo il calore di cui effettivamente avrà goduto, con un risparmio anche del 30% sui consumi e costi. Inoltre, questo consentirà di dividere la spesa condominiale ed incentivare tutti i condomini ad eliminare gli sprechi.

Isola le pareti

Punta sull’isolamento dell’abitazione e delle singole stanze. Coibentando le pareti esterne diminuirai la dispersione del calore facendo lavorare meno la caldaia. Nel caso di abitazioni in ambienti molto freddi, valuta la possibilità di coibentare tutte le pareti e di installare degli infissi maggiormente isolanti. Tale investimento potrebbe farti risparmiare anche il 70% della spesa annuale per il riscaldamento.

Usa il termostato

Rendi automatiche le accensioni e gli spegnimenti della caldaia ed ottimizza la distribuzione del calore nell’arco della giornata. Il termostato rileva la temperatura esterna della casa, e la confronta con quella interna, cercando di mantenerla sempre al livello prestabilito. Inoltre, è dotato di un timer settimanale o giornaliero, che ti permetterà di definire con precisione i tempi di accensione e di spegnimento della caldaia, evitando di lasciare acceso l’impianto anche quando non serve.

Installa valvole termostatiche

Installare le valvole termostatiche ai termosifoni permette di avere un’automazione del riscaldamento e limitare spese inutili. Per stabilire il comfort domestico di ogni singolo ambiente e regolare la temperatura di ogni singola stanza, puoi applicare le valvole termostatiche direttamente ai termosifoni risparmiando fino al 15% sulle spese. Questi dispositivi non sono molto costosi e possono essere applicati sia su impianti autonomi che centralizzati.

Vestiti con abiti più caldi

Per evitare gli sprechi e non gravare ulteriormente sul bilancio domestico è opportuno abituarsi ad indossare abiti più caldi, come maglioni o pile. Con indumenti più pesanti è possibile mantenere la temperatura della casa attorno ai 20°c, come stabilito dalla legge, e garantire un benessere ambientale alle persone che vi abitano.
Vuoi restare aggiornato sulle offerte? Iscriviti alla newsletter!
© 2015 Fondital S.p.a. - All rights reserved - P.IVA 00667490981
web agency websolute
Loading
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info